fbpx
B. T.

B. T.

WSOPE Wrap up -Il Barone ammette: “Poco cash game e qualche rimpianto per 6max e Main event!”

Ritornati in patria da qualche giorno, è giusto tirare le somme della trasferta dei nostri eroi. Se per Simone il bilancio è sicuramente rosso avendo giocato ben 3 tornei da 10000€ di buy in, per Emanuele Monari il finale è incerto, leggermente positivo a livello meramente economico, sicuramente super positivo a livello di esperienze.

Delusione Cash

“Sono partito, come dissi a suo tempo, con l’idea di giocare unicamente cash game. I primi giorni non sono andati benissimo purtroppo, anche a causa di spot veramente surreali che mi fanno ancora girare la testa. Il primo giorno in particolare ho chiuso a -2000€ e chiaramente questa cosa mi ha molto deluso, in partite che erano come avevo pianificato davvero semplici. Uno degli inconvenienti non pronosticabili è stata la totale assenza delle partite 2/5€, per decisione della direzione del casinò di dare un taglio di maggior risalto alla kermesse WSOP. Questo ha reso le partite 5/10€ le uniche disponibili e ha congelato molto l’action ai tavoli; tantissimi si sedevano con 500€ e giocavano super chiusi in attesa di una mano buona che li facesse raddoppiare. Posso dire serenamente di aver runnato molto male ai tavoli cash, seppure con una buona dose di esperienza fatta che mi servirà per evitare in futuro qualche errore che nel bilancio della trasferta ha pesato sicuramente”

Errori del tipo?

“NON BLUFFCATCHARE MAI! Se il piatto è inferiore ai 40-50€ non bluffera’ nessuno per vincere cosi’ poco, se il piatto è maggiore di 150€ a quel punto bluffare diventa rischioso e nessuno butta un euro! (ride, ndr) Chiaramente sono discorsi che valgono per il field medio delle partite, ogni tanto capitava di trovare qualche giocatore sensato. Un altro errore che ho commesso, ma questo è tutto fieno in cascina per le trasferte a venire, è stato schierarmi ai tavoli cash in condizioni di stanchezza: mai presa una scelta peggiore, credo di non aver vinto una mano in quei frangenti.”

Home sweet home, back to MTTs

“E’ stata una trasferta in crescendo perchè anche con i tornei sono partito male: al mini Main event da 1350€ di buy-in sono durato un’ora, al Colossus da 550€ una mano indecorosa mi ha subito troncato le speranze. Poi però un ITM prezioso al 1100€ turbo bounty, dove ho concluso 50esimo circa, torneo estremamente varianzoso che mi ha dato molta fiducia e il giorno dopo la deeprun al 6max da 1650€ dove ho chiuso sedicesimo…”

6029c6f1 a72f 47ab 9710 d62e5ee05c5
il ticket del redraw a 24left del 1650€ 6max

Rimpianti?

“Beh qualcuno si’, sono davvero fiero di quel torneo perchè da 90 left a 23 left non ho giocato un singolo colpo preflop, è stata una salita inesorabile mano dopo mano, ho runnato molto bene contro giocatori più scarsi di me e sono stato diligente contro i più bravi. Tolti gli high roller è stato sicuramente il torneo più tecnico del festival, il field pullulava di regular e tra l’altro al piano di sopra del casinò si stava giocando il torneo da 25000€ di buy in quindi era divertente vedere i giocatori più forti del mondo che uscivano dal torneo e si registravano a quello in cui stavi giocando tu. Nelle fasi finali probabilmente ho sentito un po’ la pressione e ho commesso qualche errore di troppo, in un torneo dove overall credo di avere espresso un ottimo poker. Complimenti a Simone Andrian aka Pertugio7 per la vittoria, non immagino che soddisfazione deve essere stata.”

005c73f4 76a1 48a8 afe7 04508800774c
Il barone al tavolo 16 left, qui accanto a Bertrand “Elky” Grospellier, ambassador di GG Poker

Il Main Event invece?

“Field soffice, struttura fantastica, tantissimi amatori… non volevo giocarlo ma quando ho visto quante persone erano disposte a comprare una piccola quota della mia action ho cambiato idea. A posteriori posso dire in tutta sincerità di averlo giocato un po’ aggrappato, forse money scared, più probabilmente sentendo il peso della responsabilità nei confronti di chi aveva investito e creduto in me. Ho missato qualche bluff, in particolare uno contro Alessio la Francesca che durante il day 2 mi ha messo in difficoltà in qualche bello spot; un bluff che in un torneo serale online avrei fatto al 100%, in quel momento ho sentito forse il peso del gioco dal vivo e ho preso la decisione più safe. Il day 3 è stato tragicomico perchè la sera ho guardato il redraw dei tavoli e quando ho visto che avevo Vogelsang a destra e Urbanovic a sinistra (30 milioni vinti in carriera in totale, ndr) mi sono fatto una risata e ho capito che sarebbe servita molta fortuna. Purtroppo proprio Urbanovic mi ha giustiziato in una mano imparabile, QQ<KK. Forse meglio essere eliminati dai migliori godendosi l’esperienza, certo andare a premio sarebbe stato un sogno!”

f6dba304 9821 4841 8407 2f149aa67892 1
il barone con Christoph Vogelsang

Se vi siete persi la cavalcata di Simone, Emanuele, Kashmir e il Gigo, potete riviverla day by day attraverso il VLOG REALIZZATO DA ITZ, qui sotto trovate il link del main event!

GUARDA IL PRIMO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME IMPRENDITORE

GUARDA IL SECONDO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME ATLETA

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto trading!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype