Lo staking nel poker è una pratica diffusa ancor prima dell’avvento dell’online.

Uno degli “stakati” più illustri è stato proprio la leggenda Stu Ungar, che il giorno dell’iscrizione a quello che sarebbe stato il suo terzo Main Event da esporre in bacheca, non aveva i soldi sufficienti per effettuare il buy-in da 10mila dollari.

Miti a parte, lo staking al giorno d’oggi è qualcosa di diverso, non tanto nella sostanza quanto nella forma e nelle modalità.

Cosa è lo staking nel poker

Semplicissimo, trovare “staking” significa molto banalmente trovare un finanziatore.

Lo “staker”, ovvero quello che investe su un giocatore, copre l’intero importo del buy-in (che sia per un singolo torneo o per una serie di tornei/poste al cash-game riguarda la tipologia di accordo stipulato).

Lo “stakato” dalla sua, ha come primo obiettivo quello di ripagare l’entità dell’investimento, per poi (in caso di vincita) dividere gli eventuali profitti in base a percentuali stabilite.

Lo staking nel poker quindi, è una pratica che consente a un giocatore di scendere in campo senza cacciare di tasca un centesimo: tutto molto bello no?

Come funziona lo staking

Salvo rari casi, un giocatore viene stakato non per il singolo torneo quanto piuttosto per un periodo di tempo sufficiente a sviluppare una massa tale da abbattere il fattore varianza.

Si presuppone infatti che l’investitore abbia delle valide ragioni per puntare su un dato giocatore, così come quest’ultimo non potrà pretendere di vincere tutto e subito (anche se rimane la speranza di tutti) ma dovrà necessariamente passare attraverso le oscillazioni naturali che caratterizzano l’andamento di un poker player.

Non esiste un deal che vada bene sempre e comunque, ma ogni accordo ha comunque delle caratteristiche fisse:

  • Lo stakato deve utilizzare il bankroll a disposizione per giocare esclusivamente i tornei/partite concordati.
  • Lo stakato non è responsabile delle eventuali perdite (a patto che abbia rispettato gli accordi sulla tipologia di giochi/abi)
  • Lo staker si impegna a ricaricare la cassa dello stakato nel caso in cui le risorse a disposizione non siano più sufficienti (sempre a patto che lo stakato rispetti gli accordi)
  • A prescindere dalle percentuali del deal, lo staker ha diritto a recuperare il suo investimento prima di dividere le vincite

Generalmente i deal iniziali vengono fatti al 50/50, ma in caso di giocatori particolarmente preparati (e vincenti) il deal può essere spostato a favore dello stakato, arrivando a percentuali molto alte (superiori al 70%).

Dove trovare staking

Ci sono tante scuole in Italia che al giorno d’oggi utilizzano la pratica dello staking/coaching.

La scuola investe su dei giocatori curando, passo dopo passo, la loro formazione dopo aver esaminato una candidatura.

Noi di In The Zone siamo esclusivamente una scuola di poker, ma conoscendo le esigenze dei giocatori (essendo stati a nostra volta nella condizione di voler fare un salto di qualità e quindi di cercare un finanziatore) abbiamo pensato anche a questo.

Il progetto “In the Zone X Not Bad” è finalizzato proprio a coniugare uno staking con una formazione tecnica di alto livello garantita dalla nostra scuola.

Inviando la candidatura alla Not Bad Poker School attraverso il form da compilare QUI potrai avere l’opportunità di essere stakato e seguito da uno dei coach di In The Zone.

Oltre al bankroll necessario per scalare i livelli quindi, potrai accedere alle metodologie didattiche e organizzative del team ITZ con l’obiettivo di creare le condizioni ideali per rendere al meglio ai tavoli.

Hai già avuto delle esperienze da stakato? Scrivici la tua lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

LEGGI ANCHE: COACHING MTT AVANZATO – QUANDO E’ IL MOMENTO GIUSTO PER FARLO?

 

Non perdere le offertone esclusive del BLACK FRIDAY valide fino al 4 dicembre: lezioni private, videocorsi e merchandise sono scontati fino al 30%!


Vuoi prenotare una lezione privata con un coach di In The Zone? CLICCA QUI!

Sul nostro sito puoi trovare la Masterclass MTT livello BASIC e la Masterclass MTT livello ADVANCED.

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!