fbpx
ricordo di simone speranza
Stefano Atzei

Stefano Atzei

Il ricordo di Simone Speranza al PSPC delle Bahamas, il 25K più grande di sempre!

Sono passati due anni esatti (giorno più giorno meno) da quel torneo che un po’ tutti i regular di un certo livello aspettavano con impazienza: il PokerStars Players Championship delle Bahamas.

Semplicemente il 25K con maggior affluenza della storia (per quando concerne il poker live ovviamente), un’occasione imperdibile per centrare uno shot di proporzioni enormi in un field non troppo dissimile da quello che si trova al Main Event delle World Series Of Poker: un mix perfetto tra top player, professionisti di buon livello e amatori (tanti).

La room della Picca Rossa aveva annunciato il bis proprio in occasione dell’ultimo EPT di Barcellona con tanto di presentazione pomposa in stile prettamente americano, ma la pandemia esplosa la scorsa primavera ha rimandato tutto a data da destinarsi.

Tra i partecipanti c’era anche il nostro head coach Simone Speranza, che questo pomeriggio si è fermato con noi a ricordare quell’esperienza fantastica nonostante il (non) risultato…

A family guy

In quel periodo era appena nata Ludovica ma abbiamo deciso di non portarla e lasciarla dai nonni.

Siamo partiti io, Tania (la mia compagna) ed Edoardo (il più grande dei miei figli), con volo diretto a Miami per poi saltare su un volo privato interno che portava direttamente alle Bahamas.

Accanto a me c’era Giuliano Bendinelli e abbiamo parlato un po’ del BBante e del BTNante, le novità introdotte di recente nei tornei live.

Una volta atterrati abbiamo preso un pulmino e siamo arrivati all’Atlantis Resort

simone-speranza-bahamas-in-the-zone-pokerstars
Ritratto di famiglia.

Dreamland

Tutti ne parlavano come se fosse un angolo di paradiso ed effettivamente le cose stavano così: la sensazione era quella di essere in uno dei posti più belli al mondo!

Si stava incredibilmente bene, prima dei tornei si faceva colazione, si andava in spiaggia e le attrazioni non mancavano di certo.

Dal bagno con delfini e squali agli scivoli d’acqua più altre mille attrazioni che davvero, farei fatica ad elencare.

Il posto in sé è gigantesco, pensare di girarlo tutto a piedi è a tutti gli effetti un’impresa!”

simone-speranza-bahamas-in-the-zone-pokerstars
Simone Speranza col figlio Edoardo.

L’esperienza ai tavoli

Prima del 25K ho giocato un torneo da 2.2K (andato malissimo) un po’ per riscaldarmi ed entrare nel mood giusto, visto che il PSPC si giocava al mio terzo giorno di permanenza.

Il ticket lo avevo vinto conquistando l’IPO a Campione, perciò l’ho vissuto quasi come un freeroll e anzi, probabilmente l’ho presa un po’ troppo alla leggera visto che non mi ero informato nemmeno sulla struttura.

L’occasione era enorme, si tratta di quei tornei che possono cambiarti la vita…”

simone-speranza-bahamas-in-the-zone-pokerstars
L’atmosfera nella sala poker dell’Atlantis Resort.

Au revoir

Non è andato benissimo, ma questo lo sapete già.

Se non ci fosse stata la pandemia avrei giocato sicuramente il PSPC di Barcellona, probabilmente senza passare dai satelliti perché si sarebbe trattato di un’occasione unica.

L’idea di restare qualche giorno in più per giocare il 10K era stuzzicante, ma alla fine ho preferito passare un po’ di tempo con la famiglia e tornare a casa.

Il bilancio? Pokeristicamente sarebbe potuta andare meglio, ma in generale è stato un viaggio indimenticabile, lo rifarei domani mattina!

E voi siete mai stati dalle parti di Nassau per una delle tappe del PokerStars Carribean Adventure? Scriveteci la vostra esperienza lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

LEGGI ANCHE: SIMONE SPERANZA: IL DOWNSWING ALLE WSOP? IL VERO TRAGUARDO È STATO GIOCARLE!


Vuoi prenotare una lezione privata con Simone Speranza?  CLICCA QUI!

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto traiding!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype