fbpx
simone-speranza-mano-high-roller-ggpoker-hero-call
Stefano Atzei

Stefano Atzei

L’analisi dello spot chiave (a 4 left) che ha consentito a ‘Spera91’ di fare back to back al Main Event High Roller!

Era da un po’ di tempo che non pubblicavano una mano e il ritorno non poteva essere che in grande stile.

Lo spot che abbiamo deciso di condividere con voi quest’oggi è una vera e propria perla tirata fuori dal nostro head coach Simone Speranza: si tratta di una giocata effettuata all’ultimo torneo High Roller vinto sul circuito GGNetwork in fase 4 left, quando la pressione ICM si taglia letteralmente a fette.

Non solo, perché oltre ai gradini del payout già piuttosto ripidi ci si mette anche la situazione in stack del giocatore sul Piccolo Buio, rimasto in gioco con poco meno di un big blind, che aggiunge un po’ di pepe all’azione…

Lo spot nel dettaglio

TORNEO: Main Event High Roller – GGpoker – Buy-in 1.050$

SITUAZIONE – 4 left al tavolo, Blind 200K/400K, ante 50K – Ravid Garbi, in posizione di CO, ha appena vinto un colpo importantissimo contro il giocatore sullo SB e si è portato in testa al count con 36,7BB. Simone gioca con circa 30BB e si trova da Grande Buio, alla sua destra sono ancora in gioco “L Bianchini” da SB con 0.7BB e “Shadinho84” da BTN con poco più di 20x.

PAYOUT1° 68.076$
2° 51.050$
3° 38.282$
4° 28.707$

PREFLOP – Ravid Garbi apre x2 da CO con K♣ 8♠, passando BTN e SB, difende “Spera91” da BB con J♥ 9♥.

FLOP – J♣ 6♠ 7♦ (pot 5BB) – Dopo il check di “Spera91” Garbi opta per una c-bet con size grossa da circa 3/4 pot, call.

TURN – 6♣ (pot 12BB) – Simone decide di anticipare l’action dell’original raiser puntando circa 1/4 pot, Garbi mini-raisa 2.5x e “Spera91” chiama.

RIVER – 2♦(26BB) – Check-call di “Spera91” sull’all-in di Garbi e chip dalla sua parte.

handanalysis1 1

L’analisi di Simone Speranza

Ecco le ragioni che hanno portato Simone a optare per un lead-out turn e un call molto difficile al river.

Preflop

Si tratta di una situazione particolare in cui la pressione ICM è fortissima vista la presenza dello SB con mezzo buio e un gradino da 10K tra 4° e 3° classificato.

Il CO, che al momento è chipleader, ha appena raddoppiato e mi aspetto che apra con un range molto wide, diciamo 60/70%, proprio per mettere pressione sul mio stack.

Mi aspetto soprattutto che il suo approccio sia estremamente aggressivo, specie nel caso in cui si trovasse a giocare postflop contro BTN o contro di me, ovvero i due stack che copre.

Flop

Decido di difendere J♥ 9♥ in uno spot dove tenderò a difendere con un range più stretto del normale, appunto per le considerazioni fatte sopra, e su J-6-7 rainbow check-calliamo la big size.

Turn

Il turn è un 6, una carta sulla quale sarebbe molto più semplice leadare in uno scenario normale, visto che difenderei molto più spesso dei 6-x. In generale ne avrei molti di più nel mio range di difesa preflop e soprattutto li chiamerei tendenzialemente tutti al flop.

In uno scenario simile potrei foldarne una buona parte contro una size così grossa, ciò non toglie che i 6-x siano più presenti nel mio range che nel suo.

Il fatto che abbia check-callato al flop farà sì che il mio range di lead-out sia meno largo nel normale e mi aspetto che reagisca male ad una mossa di questo tipo.

La mia mano inoltre è un’ottima candidata per leadare turn e decido di farlo puntando 1/4 del pot: a questo punto lui fa un’azione che, secondo il mio punto di vista, non ha alcun senso di esistere, ovvero decide di mini-raise in posizione.

O meglio, potrebbe anche avere senso ma mi aspetto mediamente che le volte in cui lui ha una mano migliore di J-9s, come ad esempio rari 6-x, dei set, delle overpair o più semplicemente un J-x migliore del mio, si limiti solamente a chiamare.

Insomma, non credo che abbia troppi motivi per rilanciare qualsiasi cosa che sia una mano migliore di J-9, quindi chiamo.

River

Avendo notato questa incongruenza nella linea scelta al turn mi sono trovato di fronte ad un check-call river più facile del previsto, nonostante la pressione ICM.

Il suo errore qui è stato cercare di vincere lo spot a tutti i costi mettendo più pressione possibile sul mio stack, entrando in un ramo del gioco nel quale il suo range è talmente tanto sbilanciato sul bluff da rendere quasi ininfluente la presenza del “morto” al tavolo.

spera manoooooo
Lo showdown con Ravid Garbi costretto a girare il suo bluff.

L’epilogo

Questo call porterà Simone in cima al count e dopo poche mani sia CO che SB verranno eliminati, lasciando a “Spera91” e “Shadino94” la piacevole incompenza di giocare per titolo e prima moneta.

Alla fine vincerà proprio “Spera91”, partito in netto vantaggio su Andrea Shehadeh, consentendogli di centrare una clamorosa doppietta a distanza di una settimana (CLICCA QUI per approfondire).

E voi che ne pensate della linea scelta da Simone e della sua analisi? Sotto coi commenti sulla nostra Fanpage!

LEGGI ANCHE: Perché Simone Speranza non fa mai deal nei tornei di poker online?

VUOI PRENOTARE UNA LEZIONE CON UN COACH ITZ? CLICCA QUI!

GUARDA IL PRIMO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME IMPRENDITORE

GUARDA IL SECONDO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME ATLETA

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto trading!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype