fbpx
sanremo poker
Redazione ITZ

Redazione ITZ

Sanremo è la casa del poker, non solo della musica

Dici ‘Sanremo’ e in questi giorni non puoi fare a meno di pensare alla musica, ma la ‘città dei fiori’ ha un fortissimo legame anche con il poker.

Oltre ad aver ospitato il Festival della canzone italiana fino al 1997, il casinò della città dei Fiori ha visto alcuni dei tornei di poker più iconici di sempre, e proprio da Sanremo hanno preso il largo le carriere di alcuni pokeristi diventati leggenda.

Per non parlare dei musicisti passati dal Festival – ma non solo – che vanno letteralmente matti per le due carte senza limiti di puntata! Iniziamo da loro il nostro tour.

Musica e poker

Come si direbbe è un po’ da boomer, ma Enzo ‘Pupo’ Ghinazzi, oltre ad aver sfiorato più volte la vittoria al Festival, era un gambler incallito ben prima di conoscere il Texas Hold’Em.

Negli anni d’oro del poker italiano, tra il 2008 e il 2012, Pupo partecipò a diversi tornei in giro nello stivale e si prestò al commento per PokerItalia24.

Invece il rapper Inoki, prima di affermarsi, arrotondava grindando sit’n’go. Online gioca anche Pietro Tredici, nostro ospite recente in live Twitch. Il suo papà invece è più all’antica:

gianni morandi pokerino all'italiana

Il torinese Rayden gioca su PokerStars con il nickname ‘raydenartist’ ed è uno dei quattro Rookies della nostra Academy!

Uscendo dai confini italiani invece si trova davvero il mondo, complice anche il diverso inquadramento culturale del poker, che a differenza del nostro paese, giustamente, viene ricondotto alla sfera dell’abilità e non a quella dell’azzardo.

Si tratta di un amore di lunga data che parte da Frank Sinatra, tocca gli anni ’70 con Joni Mitchell e gli Eagles – quelli di ‘Hotel California’, talmente appassionati da aver creato anche una propria variante, e risale nei decenni fino a Shakira che nel 2002 passò anche al Festival di Sanremo.

In più di una occasione la cantante colombiana ha accompagnato il marito Gerrard Piqué nelle sue trasferte pokeristiche, anche a Las Vegas per le World Series Of Poker.

Oggi probabilmente è nel rap statunitense che si trovano i migliori giocatori di poker, su tutti Jay-z – di cui si narra abbia lasciato mezzo milione in una mano heads-up a Vegas, e che ha contagiato la moglie Beyoncè. Nelly, invece, oltre che nei tornei delle World Series Of Poker si è schierato anche ad appuntamenti dello European Poker Tour.

Ma il fronte del rock non è da meno di quello del rap visto che vanta un campione del mondo alle World Series, il fondatore dei Big Black e produttore dei Nirvana Steve Albini, e un altro giocatore di lunga data come il chitarrista degli Alice in Chains Jerry Cantrell.

I mitici tornei di poker di Sanremo

Sanremo è stato il primo posto in Italia in cui si potevano vedere in azione i grandi campioni delle due carte.

Complice la posizione strategica a ridosso del Principato di Monaco, dal 2008 al 2014 il casinò della città dei Fiori era sede fissa delle tappe EPT che di solito cadevano nel mese di aprile.

Anche la prima tappa assoluta dell’IPT venne giocata a Sanremo nel giugno 2009 e fu vinta da Stefano Puccilli.

L’ultimo IPT Sanremo fu anche l’ultima tappa della sesta stagione del circuito e venne conquistata da Alessio Isaia: per l’occasione ‘Il Fabbro’ bissò la picca vinta nella città dei Fiori pochi mesi dopo Puccilli.

Ma in quegli anni i tornei a Sanremo si susseguivano davvero senza soluzione di continuità.

Le imprese

Da un punto di vista prettamente pokeristico non sono poche le carriere esplose a Sanremo.

Il primo della lista è sicuramente Jason Mercier che in Liguria fece letteralmente il botto: al suo primo in the money dal vivo vinse il Main Event della prima tappa EPT sanremese per 870.000€! Quando si dice trovare subito la strada in discesa: oggi l’americano sfiora i venti milioni di vincite in tornei dal vivo.

Due anni dopo, nel 2010, a vincere il Main Event Sanremo fu Liv Boeree, che insieme alla picca portò a casa una prima moneta di 1.250.000€. Grazie all’incredibile ritorno di immagine di quella vittoria la bella inglese diventò una professionista del team PokerStars e lo è rimasta fino al 2019.

Nel 2014 il Main Event EPT Sanremo andò a Vicky Coren che bissò il successo del 2006 diventando il primo giocatore di sempre a vincere due Main Event EPT.

Nel 2012 a Sanremo ebbe il la definitivo anche la carriera di un certo David Peters. Fino a quel maggio il player statunitense aveva inanellato sì risultati degni di nota, ma dal vivo ancora gli mancava il botto.

Nel giro di tre giorni Peters cedette due volte di fila in heads-up, all’High Roller contro Dario Sammartino, al Main Event contro Nicola Sasso, ma centrò la vincita più alta in carriera e un boost di fiducia che gli permise di fare il salto agli high roller di lì a poco.

Come ti trovi a giocare in mezzo alla giungla? Di’ la tua sulla Fanpage!

LEGGI ANCHE: LA FORMULA PER AVERE SUCCESSO NEL POKER

Vuoi prenotare una lezione privata con un coach ITZ? CLICCA QUI!

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto traiding!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype