fbpx
wsop 2020 report
Simone Speranza

Simone Speranza

REPORT WSOP 23/07 – “Spera91” a un passo dai premi nel “Fifty Stack”!

Altri due braccialetti consegnati in mattinata tra il “Fifty Stack” di GGPoker e il “Deepstack” sul WSOP.com per gli americani. Decisamente sfortunata invece la nottata di Simone “Spera91” Speranza, uscito come vedremo ormai a ridosso della bolla con un colpo che può definirsi un “cooler” per la dinamica.

“So Sick” – Eliminazione sfortunata per Simone Speranza

Come avrà visto chi ha seguito tutto il torneo nella diretta Twitch di In The Zone, la serata di Simone “Spera91” Speranza stava andando abbastanza bene nel torneo del $1500 Fifty Stack (ovvero con 50.000 chips di partenza), quando rimasti ormai solo in 234 (su 1342) ci si stava avvicinando rapidamente alla zona bolla.

Poi il colpo dell’eliminazione purtroppo. Apre da CO “Danny Tang” (un player di Hong Kong che in carriera ha vinto qualcosa come oltre 8.5 milioni di dollari, tra cui anche un braccialetto WSOP lo scorso anno nell’High Roller da 50k$) con circa 20 bui davanti, più o meno gli stessi che ha Simone da SB con un bel “7 7” davanti che decide ovviamente di pushare. Plan perfetto non fosse che da BB dal nulla spunta “tmhz” che mette resti (anche per lui poco più di 20BB) dopo una bella pensata, facendo poi foldare Tang.

La gira è terribile, perchè di fronte c’è un “Q Q” che lascia solo due possibili OUT a “Spera91”. Niente da fare però, e si chiude in 233° posizione a circa 50 posti dall’ITM (188 i premiati).

WSOP #36 FIFTY STACK NLH $1500

Sono stati quasi 2 milioni i dollari di montepremi alla fine per questo “Fifty Stack” di GGpoker, grazie a ben 1342 player iscritti. Una prima momenta importante dunque (poco meno di 300k$) che va ad aggiungersi all’importanza del braccialetto ovviamente.

E tra i nove finalisti in verità soltanto uno aveva già in bacheca una vittoria WSOP: Joao Vieira (che aveva vinto proprio l’anno scorso i 6-Handed da 5k$). Solo un quinto posto per lui questa volta, pur cominciando da terzo in chips il Final Table, che ha visto poi darsi battaglia per il titolo praticamente solo giovani dell’online (o almeno, senza molta esperienza live visto che il loro profilo Hendon Mob è piuttosto scarno).

Non lo sarà invece il bankroll di Michael “YesPlease” Clacher, player sud africano che si aggiudica il primo premio e il prestigioco trofeo da mettere al polso, dopo un heads up contro un “PAPAI_PIG” (Rodrigo Dos Santos Caprioli) che risulta invece addirittura al suo primo “cash” sulla piattaforma di GGPoker (non inzia male, diciamo).

E cominciano a vedersi anche i primi pezzi da novanta nel count, come Michael McDonald per esempio, che chiude al 35° posto. Segno che anche queste WSOP International, stanno davvero entrando nel vivo.

Pos. Nome Paese Premio
1 Michael “YesPlease” Clacher South Africa $297,496
2 Rodrigo “PAPAI_PIG” Caprioli Brazil $215,892
3 Olivier “BigPapyBoss” Rebello Canada $156,673
4 Martin “FuTimReilly” Zamani United States $113,698
5 Joao Vieira Portugal $82,510
6 Neel “Neel” Joshi India $59,878
7 Rich “DadPoker” Dixon United States $43,453
8 Viktor “Ryuzaki1” Zsemlye Hungary $31,534
9 Jose “Machenzzio” Davilla Mexico $22,884

WSOP #22 NLH Turbo Deepstack $500

Sulla sponda dell’oceano che bagna di States invece, andava in scena un Turbo Deepstack che ha attirato 1082 player (1579 considerato anche i re-entry), per un prizepool di circa 710k$ in totale. Ad avere la meglio infine è stato Allan “Treeoflife” Cheung, al suo primo cash importante (ma già al quarto ITM nelle Series online), dopo un heads up molto interessante contro Myles “Shipthemoney” Kotler che peraltro soltanto un paio di giorni fa era finito ancora in seconda piazza nell’evento WSOP #18 (due runner up però non valgono un braccialetto purtroppo per lui).

Questi tornei ci danno anche il “polso” della situazione per i big americani, visto che abbiamo trovato alcuni nomi importanti ancora in scena nei tornei americani ma che presto dovrebbero trasferirsi altrove per giocare le WSOP international. E’ il caso di Daniel Negreanu, che chiude in 32° posizione questo torneo ma con le valigie già pronte per il Messico (dove ha noleggiato una villa per giocare su GGpoker), ma probabilmente anche Mike “mouth123” Matusow, che ieri è andato vicinissimo ai posti che contano, chiudendo come uomo bolla del final table in 10° posizione (per poco più di settemila dollari di premio).

Pos. Nome Premio
1 Allan “Treeoflife” Cheung $120,083
2 Myles “Shipthemoney” Kotler $74,039
3 Brian “JackBogle” Altman $53,291
4 Daniel “juice” Buzgon $38,725
5 Terrell “heezahustla” Cheatham $28,493
6 Louie “pongpong” Valderrama $21,174
7 “this1smyvice” $15,916
8 “theLMT90” $12,079
9 RobertNvrstsfied” Natividad $9,308

Per approfondire le dinamiche preflop e postflop con Simone e gli altri coach di In The Zone Academy puoi consultare questo link.

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto traiding!

Non sei ancora abbonato al nostro canale Twitch?

Clicca qui per registrarti e accedere all’archivio delle trasmissioni passate e ricordati di mettere il follow per ricevere le notifiche ogni volta che saremo online!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype