Il poker è un gioco bellissimo, specie quando cascano le nostre carte.

In tutti gli altri casi la questione si complica, al punto che il confine tra abilità e fortuna diventa quasi impercettibile.

Ma se fino a qualche decennio fa le uniche lezioni sul poker a disposizione venivano dispensate direttamente al tavolo da gioco, al giorno d’oggi trovare del poker coaching online è un gioco da ragazzi.

L’offerta è ampia e le lezioni possono arrivare a costare parecchio, a seconda del livello e delle competenze del coach.

E allora, qual è il prezzo giusto da pagare per una lezione di poker?

Perché fare poker coaching

Prima di metter mano al portafogli occorre capire per quale motivo investire dei soldi nella formazione, ovvero perché fare poker coaching.

Per farlo occorre aver chiari gli obiettivi che si intende raggiungere, perché non tutti ambiscono a fare del poker una professione, anzi.

C’è chi avrebbe bisogno semplicemente di un’infarinatura generale su range di apertura e posizioni, chi qualche consiglio sulla gestione delle dinamiche postflop più comuni o chi, semplicemente, vorrebbe capire attraverso una hand review quali macro-errori vengono commessi al tavolo.

Nella maggior parte dei casi si tratta di giocatori con diversi livelli di competenze (occasionali sì, ma non per questo incapaci) che non macinano centinaia di tornei (o migliaia di mani) al mese, pur avendo una gran passione per il gioco.

L’obiettivo in questi casi è farsi trovare pronti quando il vento soffia a favore, sfruttando al massimo le poche occasioni in cui si decide di giocare a poker.

  • Hand review e leak finder: con un pacchetto di lezioni da una decina d’ore si possono risolvere gli errori più evidenti, quelli che ci fanno perdere più soldi.
  • Coaching di base: anche in questo caso sono sufficienti una decina d’ore per esaminare le dinamiche più importanti in modo da commettere meno errori possibili, sia preflop che postflop
  • Lezioni singole: se si intende lavorare su una particolare dinamica di gioco, come ad esempio la difesa del grande buio.

Discorso differente per il coaching avanzato, che interessa principalmente professionisti o aspiranti tali (anche se non esclusivamente).

Ai livelli più alti un’ora di lezione può raggiungere le quattro cifre.

Come scegliere un poker coach

Lo studio del gioco da diversi anni passa attraverso l’utilizzo dei solver.

Per utilizzarli al meglio però, non basta soltanto dare in pasto una serie di dati alla macchina in attesa di una risposta pronta all’uso in qualsiasi circostanza.

Bisogna interpretare il responso del software e contestualizzarlo in relazione al livello a cui giochiamo, alla tipologia di avversari e a tante altre sfumature che talvolta, ma non sempre, derivano dall’esperienza.

Un buon poker coach quindi conosce la teoria e, se necessario, sa in che modo deviare da essa.

Il fatto che il nostro prescelto sia un vincente nella sua disciplina è sì importante, ma non deve essere l’unica discriminante: i risultati monetari al tavolo da gioco infatti, non sono il metro di misura con cui valutare le capacità di un coach.

Per farla breve, più che il “quanto” si è vinto a poker, ci dovrebbe interessare del “come” e “quando”.

Esistono tanti coach estremamente preparati che hanno continuato a studiare ed aggiornarsi senza mai fare level-up a livelli più alti e trasferirsi magari all’estero.

Il curriculum pokeristico di ogni giocatore, tra hendonmob e sharkscope, è di dominio pubblico (salvo eccezioni), la sua reputazione da coach invece passa per binari differenti.

  • Esperienza come coach
  • Reputazione nella community
  • Curriculum pokeristico e risultati ottenuti

Quanto spendere per il poker coaching?

Se gli obiettivi da raggiungere sono chiari, così come i coach papabili, le uniche considerazioni da fare sono relative alla tasca.

Il consiglio che possiamo darvi è quello di includere nell’economia generale dei soldi destinati al gioco una percentuale da dedicare alla formazione, anche se tecnicamente non disponete di un vero e proprio bankroll e vi trovate di volta in volta a caricare la somma necessaria per affrontare una sessione.

Specialmente agli inizi è molto più importante qualche ora di coaching ben fatto che decine, o centinaia, di partite giocate con poca cognizione di causa.

E’ possibile trovare dell’ottimo coaching per imparare le basi e gli aspetti fondamentali del gioco senza spendere cifre esorbitanti, con cifre comprese all’incirca tra i 30 e 60 euro.

Per il poker coaching più avanzato, a seconda della disciplina e del livello del coach in questione, i prezzi raggiungono e in alcuni casi superano ampiamente i 100 euro l’ora.

Dai uno sguardo alla nostra offerta sulle lezioni private per avere un’idea più chiara a riguardo

Inoltre è già disponibile la Masterclass MTT livello BASIC e la Masterclass MTT livello ADVANCED (clicca QUI per scoprire tutti i corsi disponibili).

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!