fbpx
michela micia antolini in the zone twtich
Stefano Atzei

Stefano Atzei

Michela Antolini, la “Micia” del poker fa le fusa su Twitch!

Se negli ultimi giorni avete dato uno sguardo al nostro canale Twitch ITZPokerTV avrete avuto il piacere di incontrare Michela “Micia” Antolini, un volto che a tanti appassionati del poker live risulterà particolarmente familiare.

Michela è stata ospite anche ieri sera in occasione del Main Event IPO di 888poker, nelle vesti di giocatrice prima e commentatrice poi (dopo l’eliminazione), tenendoci compagnia per nove ore filate fino alla chiusura del Day.

Questo pomeriggio abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con lei per far sì che anche voi, che magari non avete ancora avuto la fortuna di conoscerla agli eventi live targati IPO by 888poker, possiate familiarizzare con lei.

Parola a Micia

Gli esordi

Chi vi scrive ha avuto il piacere di lavorarci assieme in qualche occasione (l’ultima se non ricordo male a Saint Vincent, quando venne a trovarci la mitica “Scianel” di Gomorra, Cristina Donadio all’anagrafe) e posso garantirvi che la sua energia è tale e quale a quella che avete potuto ammirare in diretta Twitch.

Micia non recita, sebbene abbia fatto teatro. Potremmo definirla effervescente naturale, ed è forse questo il segreto che si cela dietro la sua longevità nel mondo del poker.

Sono passati tredici anni infatti da quando, per pura curiosità, sbirciava quel mondo incantato dal rettangolo luminoso della televisione. Fatto di cappelli texani, occhialoni da sole e mazzette di dollari utilizzate a mo’ di chip, il tutto in puro stile americano, all’insegna dell’esagerazione.

michela micia antolini in the zone twtich
Micia con “Scianel”

Credevo fosse tutto finto, ma proprio tutto: puro intrattenimento da mandare in TV e nulla più. E invece…

Ho approcciato il gioco in modo amatoriale subito dopo l’arrivo delle poker room in italia, quindi come tutti con dei piccoli Sit&Go, un po’ a caso a dir la verità.

Pian piano mi sono appassionata e ho cominciato a studiare, non dico chissà quanto eh, ma sono migliorata.

Mi piaceva tantissimo parlare di poker, scriverne (ho scritto anche alcuni pezzi su diverse riviste), ma la vera svolta è arrivata nel 2010 quando sono riuscita a vincere un torneo “Ladies” a Venezia.

Quel successo mi ha portato un po’ di notorietà in un mondo a forte connotazione maschile: faceva strano che una ragazza riuscisse a centrare un risultato nel poker, soprattutto in quegli anni.

In poco tempo si interessarono a me diverse persone, rilasciai diverse interviste per riviste al femminile e venni contattata anche da un autore di Maurizio Costanzo per radio Rai1.

Qualcuno aveva scovato in rete dei miei pezzi sul poker, articoli che descrivevano questo nuovo mondo con metafore tra gioco e vita, e decisero di riproporli in radio letti e interpretati da doppiatori professionisti, con tanto di intervista fatta da Costanzo in persona.

Grazie a quel pizzico di notorietà riuscii a trovare uno sponsor, anche perché non potevo permettermi di giocare da sola: in quel periodo andavano molto di moda i Team pro con una ragazza al seguito e colsi la palla al balzo.”

Dalla sponsorship ai media

“La sponsorizzazione durò circa 4 anni, in cui ho giocato tanto e sono migliorata, senza mai arrivare a chissà quale livello.

Ciò che vincevo lo usavo per pagarmi l’affitto e levarmi qualche piccola soddisfazione, ma nulla di che.

Terminato questo percorso sono passata dall’altra parte del tavolo e dal 2016 sono andata a lavorare al Casinò di Campione: lì è cominciata la mia avventura come Floorman e nei Media.

Sono sempre stata una grande comunicatrice, è la mia indole. Creavo contenuti di vario tipo, dagli articoli alle vignette passando per i video di presentazione (perché sapevo stare anche di fronte alla camera).

E ancora, interviste ai giocatori, commenti ai tavoli televisivi… Fare la “Floor” mi ha insegnato tanto ma non era che una piccola parte del mio lavoro e infatti, da quando IPO è diventato itinerante, sono stata contattata per fare ciò che facevo prima.”

michela micia antolini in the zone twtich

Micia, ‘da Twitchà’

Sono stata in pausa circa un anno e mezzo e ora sono tornata più carica di prima, anche perché stare nello staff media è ciò che preferisco.

L’idea di mettermi a streamare su Twitch – QUI il link al suo canale – è stata un’intuizione di Simone Ricci, consulente marketing del CEO Andrea Rocci.

Abbiamo pensato che potesse essere qualcosa di interessante portare la terza edizione delle Series IPO su 888 e ho accettato subito con grande entusiasmo.

Guardavo già gli altri streamer di giochi (Call of Duty su tutti) e cercavo di capire come funzionasse la piattaforma: è un modo per restare giovani.

Sono una a cui non piace rimanere indietro e che cerca sempre di provare a capire cosa c’è di nuovo.

Twitch sta andando tantissimo ultimamente e lo capisco perché, dopo averlo provato, streamare è davvero divertente oltre ad essere molto utile in periodi come questi.

La tecnologia, se usata nel modo giusto, è fondamentale e ci da così tante possibilità che sta solo a noi coglierle e sfruttarle nel migliore dei modi.

Sono strumenti incredibili per conoscere noi stessi e farci conoscere dagli altri.

Ora sta a voi fare un bel saluto a Micia lasciando un commento sulla nostra Fanpage!

LEGGI ANCHE: SIMONE SPERANZA: IL DOWNSWING ALLE WSOP? IL VERO TRAGUARDO È STATO GIOCARLE!


Vuoi prenotare una lezione privata con un coach ITZ? CLICCA QUI!

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto traiding!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype