fbpx
marco-canavesi-vip-system-pokerstars-rakeback-nuovo
Stefano Atzei

Stefano Atzei

“Quasi 2K in più al mese” – Marco Canavesi racconta la sua esperienza col nuovo Vip System di PokerStars

Il cambio del Vip System sul "dot com" raccontato da Marco Canavesi: un guadagno tangibile ma anche un field più duro da battere.

Il nuovo countdown per i giocatori italiani è ripartito e fa segnare – 5 giorni al (possibile e quantomai atteso) cambio del Vip System sulla room di riferimento per gli amanti del poker online, PokerStars.it.

E’ probabile infatti che l’Italia si unisca (se non da novembre speriamo almeno entro la fine dell’anno) alla rivoluzione in atto al di fuori dei confini nazionali: dal 1 di ottobre infatti i giocatori dell’estensione “dot EU”, così come il “dot ES” ovvero la liquidità condivisa tra Spagna, Francia e Portogallo, beneficiano di un sistema di ricompense decisamente più conveniente e democratico rispetto al passato.

Lo scorso mese avevamo parlato dei possibili cambiamenti in vista (CLICCA QUI per approfondire), che già in fase trial sembravano particolarmente allettanti e che, nella pratica, si sono rivelati essere ancora più vantaggiosi di quanto si potesse pensare.

Ne abbiamo parlato assieme al nostro coach Spin&Go Marco Canavesi che ci ha raccontato la sua esperienza su PokerStars.eu (ricordiamo che Marco si è trasferito a Malta proprio per poter competere col field internazionale).

Il nuovo Vip System sul ‘dot com’

Rispetto a quanto anticipato il mese scorso, è sufficiente raggiungere i bauli Argento per poter accedere alla “Challenge” (la missione che al momento viene assegnata in modo casuale da Stars), che garantisce fino al 40% di Rakeback aggiuntiva al suo completamento.

Qui sotto i vari bauli con i punti necessari per sbloccarli, la percentuale di rakeback associata e la possibilità della Challenge (non disponibile per i primi due livelli).

Blue 333 $0.50 15% non disponibile
Bronze 935 $1.50 16% non disponibile
Silver 2,850 $5 17.5% Fino al 40%
Gold 10,800 $20 18.5% Fino al 40%
Diamond 37,500 $75 20% Fino al 40%
Black 100,000 $250 25% Fino al 40%

Nella peggiore delle ipotesi basterà arrivare ai bauli Argento per garantirsi da un minimo del 27.5 a un massimo del 57.5 percento di rakeback (percentuali che arrivano fino al 65% per chi ha i bauli Neri).

Questo perché Stars si riserva il diritto di assegnare Challenge differenti in base a parametri a noi sconosciuti, che corrispondono a un numero compreso tra il 10 e il 40 percento di rakeback aggiuntiva.

Inoltre, non essendoci più la randomizzazione dei premi trovati nei bauli, la quota sarà fissa e corrisponderà alla percentuale indicata sopra (25% il massimo per i Neri).

Insomma, se non si tratta di un ritorno all’era dei “Supernova” (dove si prendeva il 70% attraverso un sistema differente, basato sulle milestone) poco ci manca.

C’è da dire che la Challenge mensile consente poca tregua a scapito di una pianificazione del lavoro su base annuale (prendersi anche solo 3 settimane di pausa potrebbe significare saltare una Challenge intera, mentre con le milestone vi era maggior flessibilità) ma perlomeno garantisce un buon indotto economico sulla massa prodotta, che in termini di ROI si traduce in diversi punti percentuali a seconda della disciplina.

L’esperienza di Marco Canavesi

Il mese non è ancora finito ma abbiamo provato comunque a fare un minibilancio assieme a Marco, per capire in che misura i cambi al Vip System di Stars hanno inciso sul suo andamento. (ricordiamo che gioca i 50$/100$ sul ‘dot EU’, ndr.):

“Diciamo che la back si è alzata del 50%: siamo passati da un 40 a un 68/70 (se contiamo anche le classifiche). In termini economici per un regular Spin come me significa 1.9K dollari in più, circa 1.500 euro al mese.

L’aumento della rakeback, oltre al guadagno monetario, ha influito in maniera pesante anche sul field che popola gli Spin&Go:

“Si è indurito un pelo, perché molti più giocatori hanno la Challenge e alcuni regular sono tornati a giocare su Stars dopo un periodo di assenza.

Fino al mese scorso, essendo i margini molto bassi, chi non aveva la Challenge sostanzialmente non giocava. Credo che dal mese prossimo in avanti si indurirà ancora di più.”

Chiedo a Marco come mai non sia accaduto il contrario, ovvero che essendoci rakeback per tutti sarebbe auspicabile un ritorno di molti amatori, semi-regular o in generale giocatori abituali poco preparati piuttosto che player fatti e finiti tanto da indurire il livello:

“Ovviamente parliamo del ‘dot EU’ dove il livello è mediamente più alto. Diciamo che fino ai 10$ il field si è ammorbidito rispetto allo standard, ma già dai 25$ il livello medio di preparazione necessario a sopravvivere è decisamente più elevato.”

LEGGI ANCHE: 4 consigli pratici per giocare gli Spin & Go

Il ritorno dei mass-grinder?

Impossibile lato cash: il limite a 4 tavoli impedisce un ritorno ai fasti di un tempo.

Per quanto concerne gli Spin non vi è ancora alcun limite, anche se superare i 6 tavoli diventa proibitivo anche per i più allenati:

“Conosco anche qualcuno che arriva a giocarne 9 in contemporanea, ma si tratta assolutamente di eccezioni. Quel che c’è da dire sull’argomento è che un eventuale limite per il tabling non sarebbe qualcosa di assurdo.

Capita spesso che gli occasionali si lamentino di alcuni giocatori che fanno scorrere tutto il time-bank prima di fare qualsiasi azione, semplicemente perché gestiscono molti tavoli in contemporanea.

Per il resto credo sia sconveniente aumentare troppo il tabling, anche perché in futuro la chiave per far bene agli Spin (e nel poker in generale) sarà sempre più lo studio oltre alla capacità di mantenere alto il focus.

In un sistema di rakeback più democratico come quello introdotto, il regular preparato avrà ancor più occasione di emergere e dar valore al suo lavoro.”

Cosa aspettarci in Italia?

Come specificato da PokerStars il mese scorso, l’Italia al momento è esclusa dalla piccola rivoluzione in atto sull’estensione internazionale anche se rientra tra i prossimi candidati assieme ad altri mercati chiusi.

Il quando è un mistero, nella migliore delle ipotesi già dal mese prossimo potremmo disporre del nuovo Vip System ma non è da escludere che si possa attendere fino a dicembre se non addirittura arrivare al 2022.

Ora sta a voi lasciarci le vostre impressioni commentando sulla Fanpage!

LEGGI ANCHE: Vip System, bauli e challenge: in che modo si è evoluto il sistema della rakeback su PokerStars

Sta per partire l’Academy di ITZ, un percorso di 6 mesi coi migliori coach in Italia: scopri di più cliccando QUI

Vuoi prenotare una lezione privata con un coach ITZ? CLICCA QUI!

GUARDA IL PRIMO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME IMPRENDITORE

GUARDA IL SECONDO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME ATLETA

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto trading!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype