fbpx
marello miniucchi in the zone collusion esperienza racconto
Stefano Atzei

Stefano Atzei

L’esperienza di Marcello Miniucchi in un 3-handed con i coach di ITZ: “Colpito dalla loro professionalità!”

Dopo le polemiche e gli strascichi che il caso di presunta collusion ha portato in questi ultimi giorni (se ti se perso quanto accaduto puoi rimediare cliccando QUI) sentivamo l’esigenza di dar spazio a qualcosa di positivo, di diverso rispetto alle ultime uscite.

Nel corso della chiacchierata con Simone Speranza, dove il nostro head-coach ha espresso la sua linea dura contro multi-accounting e collusion, è spuntato fuori il nome di Marcello Miniucchi, un’istituzione ormai per chi gioca a poker live (o era abituato a farlo).

Pesarese, professionista sin dai tempi d’oro e regular cash-game PLO (anche se non disdegna affatto il Texas Hold’em), Marcello aveva espresso parole al miele per In The Zone già nel corso dell’ultima trasferta a Rozvadov, quella dove Emanuele Monari sfiorò il braccialetto all’evento #75 dellle WSOP Online.

Il motivo? Chiediamolo direttamente a lui!

L’incontro a Rozvadov

Ricordo di esser rimasto piacevolmente sorpreso. Simone è uno che stimo, sta facendo le cose per bene con tuttimi crismi, con personalità. Poi è uno che fa ed è da apprezzare solo per questo motivo.

Anche se ultimamente non è stato un periodo eccezionale per lui, sono sicuro che i risultati arriveranno ed è solo questione di tempo perché è uno molto, molto professionale in quello che fa.”

Tutto d’un pezzo

Marcello gioca online col nick “Cavendramin” ed è sempre stato un gran sostenitore del gioco pulito:

“Come ben saprete sono uno dei pochi che ha sempre e solo usato un account, che si è battutto per la correttezza del gioco e che, quando ha avuto occasione di dimostrarlo, non si è fatto sfuggire l’occasione.

L’ultimo esempio è stato al satellite per l’EPT, eravamo rimasti in tre assieme a Matteo Di Persio e Marco Levato, due posti pagati (due ingressi per il Main EPT da 5.3K) e Zero per il terzo.

Con uno di loro scherzavamo addirittura via Whatsapp su chi fosse il primo ad uscire e infatti sono stato proprio io ad eliminare il mio amico, giusto per farvi capire che tipo sono: al tavolo da gioco non si guarda in faccia a nessuno!

Il 3-handed coi coach di ITZ

A Marcello è capitato anche di trovarsi nella stessa situazione, un 3-handed con diversi soldi in ballo, assieme a due coach di In The Zone al torneo High Roller da 250€ su PokerStars:

“In quell’occasione rimasi colpito dalla professionalità, perché ce le siamo date senza esclusione di colpi.

Furono proprio i due di In The Zone a scontrarsi e uno eliminò l’altro, poi al testa a testa riuscii ad avere la meglio e vinsi il torneo.

E’ stato bello poter lottare alla pari con due professionisti che, per quanto potessero conoscersi, non hanno assolutamente alterato il proprio gioco ma anzi, forse proprio per questo motivo, hanno provato ad azzardare qualcosa in più.

Il poker è competizione, è il sale del gioco ed è l’elemento che fa appassionare le persone.”

Ora sta a voi raccontarci una vostra esperienza di poker pulito lasciano un commento sulla nostra Fanpage!

Vuoi prenotare una lezione con un coach ITZCLICCA QUI

GUARDA IL PRIMO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME IMPRENDITORE

GUARDA IL SECONDO VIDEO DELLA MASTERCLASS MTT: IL POKER PLAYER COME ATLETA

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto trading!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype