fbpx
consigli di coach andrea cogo
Redazione ITZ

Redazione ITZ

Primo su diecimila alle Carnival Series: la vittoria “nella giungla” di coach Andrea Cogo

Domenica notte coach Andrea Cogo ha centrato una vittoria davvero incredibile mettendo in bacheca l’evento numero 52 delle Carnival Series di PokerStars, lo Holdem Classic 6-max da 10€ di buy-in, per una moneta di 11 mila euro!

Il torneo era una vera e propria giungla, come si dice in gergo, visto che ha contato la bellezza di 9.389 entries. Prendete un bel respiro: no-ve-mi-la-tre-cen-tot-tan-ta-no-ve.

Da Andrea ci siamo fatti lasciare qualche consiglio su come farsi largo in questi tornei di poker online con field a dir poco oceanici.

Muoversi “nella giungla”

La giungla è un luogo misterioso, pieno di insidie e cose fuori controllo. Chi si ferma a tirare il fiato è perduto. Il primo consiglio di Andrea riguarda proprio questo aspetto:

“La prima cosa da fare, sicuramente, è non aspettare. In tornei di questo tipo se aspetti non arrivi in fondo, bisogna avere un approccio molto aggressivo.”

Che nella giungla vige la legge del più forte, del resto, non è una novità:

“Come per uscire dalla giungla devi lottare con gli animali e con le piante, la stessa cosa devi fare in questi tornei qua. Bisogna andare ad aggredire soprattutto le linee deboli che sono tante.”

In questi torneoni da 10€, del resto, trovare avversari che giocano per divertimento è la regola più che l’eccezione. Capitalizzare è fondamentale.

lobby andrea cogo

L’importanza dello stack

Andrea sottolinea poi l’importanza di avere con sè un bel carico di chips per essere equipaggiati al meglio per la giungla.

Solamente così è possibile sopravvivere se anche il percorso dovesse riservare qualche brutta sorpresa, leggasi showdown andati male.

“In questi tornei, come detto, l’importante è aggredire, quindi avere uno stack sempre ampio, in modo che se devi giocare una gira non hai il torneo compromesso e puoi ricominciare a fare chips.”

Andrea ieri sera è stato ben equipaggiato per buona parte del cammino, a forza di incamerare deadmoney, mettendo a rischio la sopravvivenza in una sola occasione.

No cooler no WIN

In quel momento gli è andata bene. Ma da un punto di vista statistico non puoi vincere un torneo di poker con più di novemila iscritti se la fortuna prima o poi non ti dà una mano.

“E’ stato un cooler super standard, apre un giocatore da early position, flattano in 3-4, io da grande buio ho 35x e shovo T-T, il primo flatter è un mio paristack e mette con K-K, trovo il T river. Non ricordo altri cooler clamorosi, ho giocato diverse gire ma col fatto di essere io sempre deep se anche sono andate male non hanno avuto un impatto devastante sul torneo.”

Far sentire l’esperienza

Da quanto sin qui detto si capisce bene come una delle chiavi che hanno permesso ad Andrea di arrivare al successo è stata l’aggressione costante che gli ha permesso di fare un sacco di chips contro avversari meno preparati. In questo il nostro ‘thecogo’ è stato aiutato anche dal formato:

“Il torneo ieri sera era in modalità 6-max e questo di è grande aiuto a chi è un po’ più skillato, perché ti trovi spesso in spot con range larghi e il field medio non sa gestire bene gli spot con range larghi. Chi ha un po’ di edge nei tavoli da sei può andare a colpire più spesso le debolezze degli altri, nei tornei 9-max, invece, già con tre posizioni in più spesso non puoi fare molto, perché ci sono tre range in più che giocano, e quando giocano sono molto stretti.”

 

Come ti trovi a giocare in mezzo alla giungla? Di’ la tua sulla Fanpage!

LEGGI ANCHE: LA FORMULA PER AVERE SUCCESSO NEL POKER

Vuoi prenotare una lezione privata con un Andrea Cogo? CLICCA QUI!

Sul nostro sito puoi trovare anche i VIDEOCORSI  dedicati a tornei, cashgame e crypto traiding!

Non perdere infine gli appuntamenti con le nostre analisi tecniche e con le dirette streaming: registrati al nostro canale Twitch per restare aggiornato!

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su telegram
Condividi su skype